Alessandra Petrelli Traduzioni

Ogni traduzione è un'opera creativa

Ogni traduzione è un’opera creativa, una sfida.

La postazione di lavoro di Alessandra Petrelli

Di qualunque argomento si tratti, mi ci dedico con grande serietà, perché ritengo che ogni libro meriti un’adeguata attenzione da parte di chi lo traduce, per offrire a chi lo leggerà un testo reso nel modo migliore e più accurato possibile.

Il mio approccio è, per così dire, empatico; ogni volta cerco di immedesimarmi nel testo, di coglierne il ritmo, le vibrazioni, la sonorità e di ricreare questa “musica” anche nella traduzione.

Un testo ben scritto ha potenzialmente già in sé la “griglia” su cui costruire la traduzione, in pratica si traduce quasi da solo: basta saperlo ascoltare.

Nella mia carriera ho tradotto in prevalenza romanzi, libri per bambini, guide di vario tipo e alcuni volumi illustrati di argomento vario.

Per la maggior parte si tratta di autori di lingua inglese ma, soprattutto negli ultimi anni, traduco anche molto dal tedesco.

I miei strumenti di lavoro

Da qualche anno ho installato sul computer un programma di riconoscimento vocale che mi permette di lavorare con maggiore precisione e velocità, senza essere “distratta” dalla battitura del testo.

Come strumenti di consultazione affianco i tradizionali vocabolari e dizionari enciclopedici su carta alle più rapide e vaste (ma a volte meno affidabili) risorse presenti in rete e, quando occorre, mi confronto direttamente con esperti dei singoli settori.